Nasdaq 100: i livelli tecnici da monitorare

Nasdaq 100: i livelli tecnici da monitorare

Dopo il nuovo massimo storico, a partire dalla seconda metà di novembre l’indice Nasdaq 100 ha progressivamente perso smalto. Vediamo quali sono i livelli tecnici da monitorare per investire.
L’ultimo massimo storico registrato dal Nasdaq 100 risale allo scorso 22 novembre, quando è stato toccato un top intraday a 16.764,855 punti.

Dopo nuovi picchi registrati tra fine 2021 ed inizio 2022, l’indice delle 100 società non finanziarie a più alta capitalizzazione presenti sul Nasdaq Composite si è riportato all’interno del canale ribassista che da due mesi indirizza l’andamento dei corsi.
Indice Nasdaq 100: il quadro tecnico di riferimento
Il livello superiore del canale è rappresentato dalla linea che unisce i top del 19 novembre e del 9 dicembre mentre quello inferiore dalla trendline 11 novembre-2 dicembre.

Alle quotazioni attuali, circa 15.300 punti, i corsi si trovano all’estremo inferiore del range, che al rialzo si attesta a 15.950. Un RSI in quota 31 punti, con un ipervenduto che va avanti da quasi due settimane ci fa pensare che potremmo assistere a qualche rialzo.

Lo scenario operativo di breve periodo
Nell’ipotesi rialzista, si potrebbe entrare a 15.450 punti con primo target a 15.900 e secondo a 16.090 punti.
*Il 68% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario valutare se si può sostenere il rischio elevato di perdere il capitale investito.
Nel caso invece di una correzione, la soglia dei 15.300 punti potrebbe essere utilizzata per uno short in direzione di 15.050 (primo target) e di 14.900 punti (secondo).

I rispettivi stop loss potrebbero essere fissati a 15.200 ed a 15.650 punti.

CATEGORIES
TAGS
Share This