I verbali Fed affondano i mercati: Asia in rosso, che succede?

I verbali Fed affondano i mercati: Asia in rosso, che succede?

Tonfo delle azioni globali oggi: i mercati hanno reagito ai verbali della riunione Fed, nei quali è emerso un orientamento falco su tassi e ritiro del Qe. Intanto, la pandemia resta un allarme.
Mercati oggi: le azioni asiatiche scambiano in rosso, estendendo un crollo globale dopo che i verbali della riunione della Federal Reserve hanno indicato un aumento più rapido del previsto dei tassi di interesse a causa delle preoccupazioni per l’inflazione persistente.

Le incertezze sulla ripresa economica combinate con i crescenti timori per la rapida diffusione della variante del Omicron pesano sugli asset più rischiosi.

Le opinioni più aggressive del previsto dei funzionari della banca centrale degli Stati Uniti hanno spinto al rialzo i rendimenti dei titoli del Tesoro USA. Il Tresury a a 10 anni rende l’1,6929%.

Vediamo cosa succede oggi nei mercati.

Mercati: selloff delle azioni in Asia, Wall Street in calo
L’indice MSCI delle azioni della regione asiatica è sceso per il terzo giorno su quattro, con un indicatore dei titoli tecnologici tra i peggiori.

Nel dettaglio, alle ore 8.08 il Nikkei affonda del 2,88% e gli indici cinesi Shenzhen e Shanghai scambiano sotto la parità, con perdite rispettivamente dello 0,67% e dello 0,24%. Hong Kong perde lo 0,45%.

Un selloff nelle società tecnologiche cinesi è peggiorato per i timori che le aziende taglieranno le partecipazioni a causa della repressione normativa di Pechino sul settore. L’indice Hang Seng Tech è in calo per il quarto giorno.
Gli investitori temono che l’inasprimento della politica monetaria soffocherà la crescita globale e ridurrà i profitti delle società proprio come la variante Omicron minaccia nuovi freni.

Per quanto riguarda la Cina, da sottolineare che l’indice Caixin China general services pmi ha registrato una crescita a 53,1 nel mese di dicembre, mostrando un’espansione. Tuttavia, le continue epidemie con l’aggravante Omicron stanno pesando sulle prospettive.

A Wall Street, l’S&P 500 SPX è sceso dell’1,9% nella notte. La media industriale del Dow Jones è calata dell’1,1%, ritirandosi dal record del giorno precedente. Il Nasdaq è crollato del 3,3% nel suo più grande calo di un giorno in 11 mesi.

Rendimenti Treasury USA volano
Il rendimento del Buono del Tesoro USA a 10 anni, punto di riferimento per la fissazione dei tassi su mutui e altri prestiti, è salito all’1,70% dall’1,68% durante la sessione asiatica.

I verbali della Fed hanno mostrato c’è preoccupazione per il fatto che l’inflazione si stava diffondendo in più aree dell’economia e sarebbe durata più a lungo del previsto. La necessità di aumentare i tassi di interesse a breve termine a un ritmo più rapido e consentire agli acquisti di obbligazioni che iniettano denaro nel sistema finanziario di diminuire prima è emersa chiaramente.

Inoltre, i funzionari hanno dichiarato che “potrebbe essere opportuno iniziare a ridurre le dimensioni del bilancio della Federal Reserve relativamente presto dopo aver iniziato ad aumentare il tasso sui fondi federali.”

I rendimenti statunitensi più elevati sostengono il dollaro, anche se la valuta ha ceduto terreno rispetto allo yen dopo aver toccato i massimi da cinque anni all’inizio di questa settimana.

CATEGORIES
TAGS
Share This